Tra poco anche questa passerà

Tra poco anche questa passerà

Qualche giorno fa ho incontrato la mamma di un mio alunno. Mi ha raccontato, un po’ preoccupata, che nel tentativo di tirarlo su dal divano gli aveva consigliato di uscire dedicandosi “alla ricerca dei Pokemon”. Le ho chiesto di cosa si trattasse, ma ho notato che prevaleva in lei la preoccupazione per questo figlio che lei stessa aveva incoraggiato in questo gioco.

Non capivo infatti cosa volesse dire quando mi spiegava che “i Pokemon esistono davvero“. Per un attimo ho pensato che non stesse proprio bene, poi a casa ho fatto delle ricerche e mi sono resa conto di questo fenomeno così diffuso. Sono rimasta un po’ interdetta nell’accorgermi da quanta gente, ragazzi ma anche adulti, sia letteralmente catturata da questo gioco che, con una semplice app, si può scaricare gratuitamente sul proprio smartphone. I giocatori sono alla ricerca di questi mostri e, attraverso le indicazioni che ricevono, riescono a scovarli e a catturarli: mille palle per colpire i Pokemon come bonus per chi porta nuovi giocatori!English_Pokémon_logo.svg

Mi ha fatto un certo effetto constatare che nel tempo della privacy tanta gente fornisce i propri dati per essere localizzata da sconosciuti. Ma ancora più sconcertante è l’idea che qualcuno muova questi giocatori come dei burattini: in ogni luogo, dalle periferie delle città, ai cimiteri…qualcuno addirittura è andato a finire contro un’automobile. Lo scopo del gioco è prendere i Pokemon, mostri virtuali.

Se da una parte anche questo assurdo gioco rivela tutto il desiderio della ricerca dell’uomo, che sempre, anche in forme così inquietanti, dice qualcosa della sua natura, dall’altra non posso fare a meno di ripensare alle parole del Qoelet: tutto è vanità e inseguire il vento… Tra un po’ di tempo anche questa moda passerà. Ma noi uomini saremo capaci di prenderci cura di noi stessi, di cercare qualcosa che sia davvero all’altezza del nostro desiderio di felicità? Qualcosa di più, rispetto a questi pur simpatici mostriciattoli?

Cosa cerchiamo, con il nostro vivere? E’ troppo grande e bella la sua promessa perché si possa rispondere: cerchiamo i Pokemon

Rosanna Leo

Print Friendly, PDF & Email

Commenti