Serie A: l’irresistibile pagellone di Px

Serie A: l’irresistibile pagellone di Px

PROLOGO

Manca solo una giornata alla fine del campionato, di solito il pagellone finale si stila quando i giochi sono conclusi. Questa volta, è già tutto deciso alla penultima giornata, anche se non sembra. Qualsiasi possibile cambiamento avrà pochissimi effetti dilaganti sulla prossima stagione e ve lo spiego con tutti i possibili scenari

LOTTA PER IL SECONDO POSTO: il Napoli non dovrebbe avere difficoltà a battere il Frosinone, in tal caso, i partenopei arriverebbero secondi e l’anno prossimo in Champions uscirebbero ai gironi con 12 punti. In caso di terzo posto il destino è già segnato: la squadra di Sarri uscirà ai preliminari con il Villareal di turno. Facile. E la Roma? Le ipotesi sono due: se i giallorossi arrivassero secondi la classica sconfitta 7-1 a tennis con il Bayern di Ancelotti sarà inevitabile. In caso di terzo posto, qualificazione miracolosa e sofferta contro il Monaco. Perché la Roma ha il dna europeo.

LOTTA PER L’EUROPA LEAGUE: se il Sassuolo arriverà sesto sarà tutto inutile, perché il Milan vincerà la Coppa Italia. In caso di miracolosa qualificazione degli emiliani, il quadro è abbastanza chiaro, sarà la solita eliminazione a fine Luglio contro una squadra slovena. Vista la situazione dei rossoneri è meglio non giocare il giovedì.

LOTTA PER ANDARE IN SERIE B: si, avete letto bene, se in passato vi siete appassionati alla lotta per la salvezza, per rimanere nel paradiso della serie A, ora dovrete guardare questa situazione da un’altra cinica e spietata prospettiva. L’oggetto del contendere si chiama PARACADUTE. Un meccanismo perverso che prevede la distribuzione di 60 milioni di euro da spartire alle tre squadre retrocesse. In pratica, tanta voglia di B. Ecco ora il pagellone.

JUVENTUS VOTO 9.5: uno degli scudetti più belli di sempre(il 5 MAGGIO è inarrivabile). Quest’anno i bianconeri hanno deciso di regalare due mesi di vantaggio agli avversari. Non è bastato, anzi il campionato si è chiuso addirittura nel mese di Aprile. Via Vidal, Pirlo e Tevez. Grande genialata di Marotta di acquistare Hernanes(ho ancora i brividi). Subito più 60 infortuni, ovvero non sono mai stati schierati 11 titolari. Cosa devono fare ancora? Sono bastate 25 giornate per massacrare tutti. Il protagonista di questo Scudetto è stato sicuramente Gigi Buffon, a cui non ho mai lesinato critiche quando commetteva qualche papera. Ora è rinato, sempre concentrato, sicuro tra i pali, vero ed indiscusso leader. Onore e merito ad Ilaria D’Amico. E’ proprio vero che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna.

NAPOLI VOTO 8.5: campionato fantastico dei partenopei. Sono i vincitori morali ed indiscussi. Hanno già festeggiato lo scudetto nel mese di Gennaio con caroselli in ogni zona di Napoli. Sabato, finalmente verrà consegnata la Coppa che mancava dai tempi di Maradona. Ci sarà un grande boom di nascite tra nove mesi con molti bambini che si chiameranno Gonzalo. E’ proprio lui il protagonista di questa magica e storica cavalcata. Ironia della sorte, Higuain potrebbe chiudere la stagione con 34 goal, proprio come gli scudetti della Juve e soprattutto assistere alla seconda Champions vinta dal Real Madrid dopo il suo saluto. Deluso molto da Sarri, ha cavalcato molto l’onda del sospetto e si è trasformato nel Mazzarri di turno con delle scuse al limite del ridicolo. L’occasione che ha avuto il Napoli quest’anno, dopo l’iniziale suicidio della Juve, difficilmente si ripeterà.

ROMA VOTO 8: dopo aver buttato la prima parte di stagione con Garcia, si è deciso di affidare la squadra a Spalletti. Il buon Luciano, è tornato dalla Russia forgiato come un guerriero. Tanto carisma, incredibile personalità, mai banale nelle interviste, insomma molto rock. La querelle con Totti mi ha sorpreso, ha vinto lui a mani basse. Anche se il tifoso romanista preferiva veder giocare Totti in tutte le 38 giornate piuttosto che vincere qualcosa.

INTER VOTO 6.5: ennesima stagione fallimentare. La cosa incredibile è che si giudica positivo il lavoro di Mancini. Con una campagna acquisti dove si è speso più di 80 milioni di euro, come minimo devi lottare per lo scudetto fino all’ultima giornata. Società sommersa dai debiti, ha fallito ancora una volta la qualificazione alla Champions, questo significa che, la situazione si farà drammatica se non arrivano nuovi soci. La riconferma di Mancini sarebbe l’ennesima garanzia di insuccesso.

FIORENTINA VOTO 6: è la classica squadra del “vorrei ma non posso”. E’ come il ragazzo che nel momento più bello fa cilecca. Sarebbe la squadra più forte di bocce, perché “il ci sono andato vicino” è tipico di quel gioco. Non vorrei infierire, ma sono anche consapevole che con quella rosa Paulo Sousa ha già compiuto un mezzo miracolo.

SASSUOLO VOTO 7.5: Eusebio Di Francesco merita una grande. Il suo gioco mi piace, è offensivo ma rischia poco in difesa. Il progetto Sassuolo è davvero interessante, tanti italiani, spesa oculata e tanta voglia di crescere. Chapeau a Squinzi. MILAN VOTO 5: vedere il Milan in queste condizioni fa davvero tanta tenerezza. Fallimento totale, ennesima stagione da dimenticare. Senza senso bruciare anche Brocchi. Naturalmente si riparte con la propaganda e con tanti sogni nel cassetto, tipo “Ibra al Milan” ormai è un must di ogni estate. Se il Milan va in mano ai cinesi, potrebbe accadere la stessa cosa successa con Thohir e l’Inter. In pratica, fare tanti soldi sfruttando il marchio Milan. Quello che mi affascina è l’illusione estiva dei tifosi rossoneri.

LAZIO VOTO 5.5: qualcuno si è accorto che ha giocato la Lazio quest’anno? Io no, stagione anonima, davvero da buttare nel cestino della spazzatura.

TORINO VOTO 5.5: VEDI LAZIO

CHIEVO VOTO 7: stagione veramente sorprendente dei clivensi. Mi aspettavo la solita salvezza tranquilla con 30 pareggi con il classico 0-0 ed invece Maran ha dimostrato di saperci fare e ci ha regalato bellissime partite. Una garanzia.

GENOA VOTO 6 stagione da alti e bassi per il grifone. Questa volta Preziosi non ha imitato Zamparini ed ha dato fiducia all’ottimo Gasperini che non ha deluso.

BOLOGNA VOTO 6: inizio shock con il pugile Delio Rossi, squadra affidata a Donadoni che ha rimesso le cose a posto. Piccolo ed ingenuo consiglio al Milan, il buon Roberto sarebbe perfetto per tentare la risalita al vertice.

ATALANTA VOTO 6: stagione che ha avuto momenti di epicità ma costellata anche da tante sconfitte. Da Gennaio la società ha deciso di ridimensionare la squadra distruggendo un tridente che all’inizio aveva fatto sognare.

UDINESE VOTO 4.5: la più brutta stagione dei friulani da quando seguo il calcio. Orribile.

CARPI E FROSINONE VOTO 4: Lotito aveva ragione.

PALERMO VOTO 2: Zamparini ha praticamente deciso di divertirsi ad esonerare e richiamare allenatori come se fossero marionette. Non è il modo di intendere il calcio che mi piace

VERONA VOTO 2: ha alzato bandiera bianca troppo presto. Aveva una rosa per salvarsi con facilità. Pierangelo Comparato

Pierangelo Comparato

Print Friendly, PDF & Email

Commenti